venerdì 14 dicembre 2007

Un mese di Zona a Traffico Limitato con le telecamere

Ecco il comunicato della Giunta:

“Dati alla mano, gli ingressi dei non autorizzati nella ZTL, dopo l’attivazione del sistema di telecamere, si sono quasi dimezzati, la vivibilità del centro storico è notevolmente migliorata. E’ sotto gli occhi di tutti che, in poche settimane, il passaggio delle auto è notevolmente diminuito”. L’assessore alla Polizia Locale, Claudia Mandelli è soddisfatta del bilancio del primo mese di attivazione delle telecamere. Questi i dati: media del numero di passaggi giornalieri di non autorizzati a settembre: 2410, dopo l’attivazione delle telecamere: 1350. Questo significa una diminuzione di circa il 44% dei transiti non autorizzati corrispondente ad oltre mille veicoli giornalieri in meno. Numero di sanzioni emesse: 9821, di queste soltanto il 9,97% è stato comminato dai cernuschesi.

“Il numero di infrazioni è ancor alto, ma bisogna considerare che è soltanto il primo mese di attivazione. Sono convinta che nel corso dei mesi successivi il numero andrà gradualmente diminuendo. Il dato rilevante è che meno del 10% di queste multe è di cittadini cernuschesi. – Ha continuato l’assessore - Questo risultato è stato possibile grazie ad una comunicazione assidua ed efficace, iniziata ad agosto e continuata fino a oggi, attraverso ogni mezzo. Tra questi, in primis, i gazebo collocati ai varchi d’ingresso per un rapporto diretto con gli utenti”.

“A prescindere dai dati, mi preme sottolineare che l’obiettivo dell’Amministrazione è ed è stato fin dall’inizio garantire sicurezza e salute al cittadino, la salvaguardia del centro storico e del commercio locale. I cernuschesi hanno accolto il nostro invito di collaborazione per rendere più vivibile il centro storico, dimostrando, ancora una volta, senso civico e rispetto delle regole”, ha concluso Mandelli.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma l'obbiettivo è quello di incassare soldi o di limitare il traffico nelle zone del "centro storico"?. TUTTI E 2 MA SOPRATTUTTO IL PRIMO, io credo.

Alcuni dei cartelli di "zona a traffico limitato" non sono affatto visibili!!specialmente di notte!!
Ammetto che non conoscevo la zona ma COME fai a far caso ad un cartello tassellato ad un palazzo qualsiasi, ad un'altezza superiore al metro e settanta e di notte!!!
Mettete dei paletti/staccionate ai lati della strada come si fa da me (a soli 6 km da Cernusco) o qualcosa ke li renda visibili, cosa ci vule?!!!

BISOGNA STARE ATTENTI ALLA GUIDA E AI PEDONI O BISOGNA MARCIARE CON LA TESTA RIVOTA VERSO LE STELLE PERCHE', chi lo sa, BISOGNA ASPETTARSI DI ESSER REGISTRATI DA UNA VIDEOCAMERA CHE TI PROCURERA' UNA BELLA MULTA DI 82 EURO!?!

Ripeto, fate pure le multe a chi infrange, ma sforzatevi di rendere QUELLA segnaletica più visibile!!! Probabilmente diminuiranno le multe e il comune non ne sarà contento, ma la gente sarà più felice di aver evitato di pigliare una multa e circoleranno MOLTE meno auto (se non addirittura nessuna).

grazie

Anonimo ha detto...

ma lo scopo è quello di farvi soldi???????????

i cartelli sono messi proprio dove ci sono le telecamere e anche in maniera alta non visibile. e poi di notte non ne parliamo per uno che non è della zona non si notano.

bah questo è il modo piu facile come farsi soldi

Kuda -VC ha detto...

La ZTL copre un'area che da sempre è pedonale e vieta al transito. Gli accessi sono segnalati a 50m dal divieto e nel punto delle telecamere.

La segnaletica è stata integrata con cartellonistica a mezza altezza al centro della carreggiata.

Tecnici del Ministero dei trasporti hanno certificato la regolarità delle segnalazioni.

Anonimo ha detto...

si ma la pavimentazione è sempre la stessa e non si capisce che si sta entrando in zona limitata e poi ripeto che i cartelli sono disposti malissimo. infatti se la prendono tutti una multa quando vanno a cernusco chissa perchè.

se dovete fare le cose almeno fatele bene come in tanti altri paese che delimitano bene la zona a traffico limitato

e non prendete in giro le persone
che c'è gente che i soldi li suda